08/12/18

Bari: Botti di fine anno. ANPS Bari e Polizia nelle scuole per una campagna di sensibilizzazione.

In previsione delle feste natalizie e di fine anno, il nostro Consigliere Sezionale Gaetano Nicolai nonché responsabile dell'Associazione Nazionale della Polizia di Stato - Gruppo Territoriale di Triggiano - in collaborazione con il Comune di Triggiano ha ravvisato la necessità di richiedere al Signor Questore di Bari la partecipazione dei specialisti della Polizia di Stato al fine di avviare una serie di incontri educativi presso gli Istituti scolastici tesi ad allertare ed informare i giovani studenti circa la pericolosità dell'utilizzo dei fuochi pirotecnici e giochi pirici. 

L’incontro ha avuto luogo martedì 6 dicembre, presso la Scuola Secondaria di 1°grado De Amicis - Dizonno di Triggiano, con la partecipazione dei poliziotti del Nucleo Artificieri e della Squadra Cinofili dell’Upgsp che hanno messo in guardia i ragazzi sull'utilizzo dei fuochi e sui pericoli legati ai botti illegali. 






In particolare, sono state fornite ai studenti preziose indicazioni, ponendo particolare attenzione nel sottolineare la differenza tra fuochi pirotecnici di libera vendita ed illegali, sulle normative che regolano la disciplina della compravendita, sulle modalità di accensione in sicurezza e sui pericoli legati al loro incauto utilizzo.

I poliziotti hanno inoltre proiettato filmati esplicativi che, ancor più delle parole, hanno chiarito quali sono i rischi e le conseguenze del cattivo utilizzo dei fuochi pirotecnici, anche di quelli apparentemente innocui, ed hanno effettuato dimostrazioni pratiche sulle tecniche di innesco in condizioni di sicurezza di fuochi d’artificio autorizzati.
 


01/12/18

Rinnovo tesseramento anno 2019




Gentilissimi soci, si porta a conoscenza di tutti che da oggi 1° dicembre si può rinnovare la tessera sociale per l'anno 2019.
Gli associati possono recarsi presso la segreteria dell'Anps, sita al 4* piano della locale Questura, per avere il bollino 2019.
Il costo annuale resta invariato e precisamente per i soci effettivi e simpatizzanti di euro 20; mentre per i sostenitori euro 30.
Colgo l'occasione per inviarvi a tutti voi un caloroso abbraccio fraterno a presto
Il Presidente Anps
Sezione di Bari
Francesco Matarangolo

17/11/18

Bari, entro febbraio nuove 171 assunzioni in arrivo in Comune.



Redazione online 15 Novembre 2018

Bari, entro febbraio nuove 171 assunzioni in arrivo in Comune
Tomasicchio: «Siamo di fronte ad uno dei piani assunzionali più importanti realizzati dal Comune di Bari che ci permetterà di avviare uno strutturale ricambio generazionale: l’età media dei nuovi assunti è di circa 30 anni»

Comune di Bari - Palazzo di Città
BARI - La giunta del Comune di Bari ha approvato l’aggiornamento della programmazione dei fabbisogni del personale che consentirà di procedere a nuove assunzioni con l'ingresso di 171 nuovi dipendenti, tra dicembre 2018 e febbraio 2019. «Le assunzioni che ci accingiamo a portare a termine - commenta l’assessore al Personale, Angelo Tomasicchio - daranno un grande impulso all’attività della macchina amministrativa che potrà così contare su decine di nuovi collaboratori in diversi settori».

«Siamo di fronte - rileva - ad uno dei piani assunzionali più importanti realizzati dal Comune di Bari che ci permetterà di avviare uno strutturale ricambio generazionale: l’età media dei nuovi assunti è di circa 30 anni, oltre ad assicurare la sostituzione di tutto il personale che nei prossimi mesi si accinge ad andare in pensione». «Questo percorso che oggi siamo particolarmente soddisfatti di portare a termine - sottolinea - è il frutto del lavoro dell’ente e della battaglia portata avanti dal sindaco Decaro in qualità di presidente Anci per lo sblocco del turnover fino al 100% e in virtù del quale, per ogni cessazione di collaborazione, si può assumere una nuova risorsa. 
«Non ci fermeremo certo qui - conclude - e fino al 2021 entreranno a far parte della squadra comunale altre 170 persone e già nel prossimo anno saranno indetti nuovi concorsi per ulteriori assunzioni che integreranno le postazioni lasciate vacanti».edazione online 15 Novembre 2018 

Bari, entro febbraio nuove 171 assunzioni in arrivo in Comune Tomasicchio: «Siamo di fronte ad uno dei piani assunzionali più importanti realizzati dal Comune di Bari che ci permetterà di avviare uno strutturale ricambio generazionale: l’età media dei nuovi assunti è di circa 30 anni».


Comune di Bari - Palazzo di Città BARI - La giunta del Comune di Bari ha approvato l’aggiornamento della programmazione dei fabbisogni del personale che consentirà di procedere a nuove assunzioni con l'ingresso di 171 nuovi dipendenti, tra dicembre 2018 e febbraio 2019. «Le assunzioni che ci accingiamo a portare a termine - commenta l’assessore al Personale, Angelo Tomasicchio - daranno un grande impulso all’attività della macchina amministrativa che potrà così contare su decine di nuovi collaboratori in diversi settori». 
«Siamo di fronte - rileva - ad uno dei piani assunzionali più importanti realizzati dal Comune di Bari che ci permetterà di avviare uno strutturale ricambio generazionale: l’età media dei nuovi assunti è di circa 30 anni, oltre ad assicurare la sostituzione di tutto il personale che nei prossimi mesi si accinge ad andare in pensione». 
«Questo percorso che oggi siamo particolarmente soddisfatti di portare a termine - sottolinea - è il frutto del lavoro dell’ente e della battaglia portata avanti dal sindaco Decaro in qualità di presidente Anci per lo sblocco del turnover fino al 100% e in virtù del quale, per ogni cessazione di collaborazione, si può assumere una nuova risorsa. 
«Non ci fermeremo certo qui - conclude - e fino al 2021 entreranno a far parte della squadra comunale altre 170 persone e già nel prossimo anno saranno indetti nuovi concorsi per ulteriori assunzioni che integreranno le postazioni lasciate vacanti».

15/11/18


Fattura elettronica 2019: come registrare l’indirizzo telematico (scheda completa)

Meteo al 23 Novembre, cambia tutto, ecco cosa succederà.


Meteo al 23 Novembre, cambia tutto, ecco cosa succederà.

di Ionela Polinciuc 13 Novembre 2018


Il nostro Paese, dopo il 23 novembre finalmente potrà respira un po’ di aria calda, dopo tutti questi giorni di freddo e temperature molto calate, sembra che il clima sta impazzendo.
L’Alta Pressione africana porterà caldo anomalo. In Italia, le temperature stanno cambiando notevolmente, naturalmente la presenza di una struttura anticiclonica nel cuore del Vecchio Continente lascerà scoperto sia il fianco occidentale che quello orientale. 
In seguito, da ovest potrebbero riaffacciarsi le perturbazioni atlantiche, mentre a est arriverebbe aria piuttosto fredda dal Circolo Polare Artico. 
Si prevede invece un leggero miglioramento nella giornata di sabato 24 novembre sul settore nord-occidentale, Sardegna e sud peninsulare. Nella giornata di sabato 24 novembre, la situazione cambia radicalmente, le condizioni di maltempo al nord-ovest, Friuli Venezia-Giulia e Sardegna in successiva estensione alle restanti regioni centro settentrionali. 
Dal 25 novembre, gli esperti annunciano maltempo, una prima perturbazione atlantica investirà il Nord e parte del Centro. In poche parole, alta pressione si dividerà in due parti, la prima si abbasserà di latitudine influenzando il Mediterraneo meridionale, la seconda spostandosi nell’oceano Atlantico si innalzerà verso l’Islanda. 
Per gli amanti della neve ci sono buone notizie invece. Sopra la quota 1000-1200 metri, nevicherà, diciamo che l’inverno si farà sentire pesantemente. 
Si prospetta una svolta meteo climatica eclatante, dopo il 26 novembre, sembra che i correnti d’aria fredda questa volta sono proveniente direttamente dalla Russia e i cui effetti potrebbero estendersi verso il nostro Paese. 
La giornata del 26 prevede tempo perturbato su gran parte delle regioni nel nostro Paese. La stagione fredda è arrivata, il freddo si sta facendo sentire sempre di più, le temperature nel nostro Paese, continua a scendere giorno dopo giorno, siamo ormai nella piena stagione invernale.

14/11/18

Scatta l'obbligo di catene a bordo o pneumatici invernali: le strade interessate nel Barese.


Scatta l'obbligo di catene a bordo o pneumatici invernali: le strade interessate nel Barese






Come ogni anno, per il periodo invernale entra in vigore la misura sulle strade a rischio precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio: ecco dove.


Scatta l'obbligo di catene a bordo o pneumatici invernali: le strade interessate nel Barese
Riguarda anche alcune strade della provincia di Bari il consueto obbligo di catene a bordo o pneumatici invernali, adottato ogni anno in vista della stagione invernale. La misura scatterà dal 15 novembre 2018 e resterà in vigore dino al 15 aprile 2019 sui tratti delle arterie viarie maggiormente esposti al rischio di precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio.

Scatta l'obbligo di catene a bordo o pneumatici invernali: le strade interessate nel Barese
Per la provincia di Bari, l'obbligo riguarda: la strada statale 96 “Barese”, dal km 55,790 al km 113,000 (località Palo del Colle, in provincia di Bari); - la strada statale 99 “Di Matera”, dal km 1,900 al km 10,420 (Altamura - confine regionale); - la strada statale 100 “Di Gioia del Colle”, dal km 12,700 (Capurso) al km 66,600 (Casamassima - innesto SS7); - la strada statale 170 dir/A “Di Castel del Monte”, dal km 0,000 al km 15,070 (Castel del Monte - Andria (BT)); - la strada statale 172 “Dei Trulli”, dal km 1,012 al km 60,400 (Casamassima - bivio per Crispiano); - la strada statale 172 dir “Dei Trulli”, dal km 0,000 al km 12,000 (Locorotondo - innesto SS16 Fasano);
Le altre strade in Puglia: la strada statale 7 “Appia”, dal km 591,741 al km 627,250 (confine regionale - Comune di Palagiano, in provincia di Taranto); - la strada statale 17 “Dell`Appennino Abruzzese ed Appulo Sannitico”, dal km 273,379 al km 284,000 (confine regionale - Variante di Volturara); - la strada statale 17/var “Variante di Volturara”, dal km 0,000 al km 14,250 (incrocio SP 145 ed innesto SS 17); - la strada statale 89 “Garganica”, dal km 76,040 al km 145,300, in provincia di Foggia; - la strada statale 89 dir/B “Garganica”, dal km 0,000 al km 11,832 (Bivio La Cavola - Monte Sant`Angelo (FG)); - la strada statale 90 “Delle Puglie”, dal km 48,320 al km 67,200 (confine regionale - SP 113 a Monte Calvello (FG)); - la strada statale 93 “Appulo Lucana”, dal km 16,000 al km 20,750 (Barletta - Canosa (BT)); -  - la strada statale 272 “Di San Giovanni Rotondo”, dal km 11,100 al km 21,860 (SP 28 Pedegarganica - San Marco in Lamis), dal km 24,450 al km 29,750 (San Marco in Lamis - San Giovanni Rotondo) e dal km 33,350 al km 56,600 (San Giovanni Rotondo - Monte Sant`Angelo); - la strada statale 693 “dei Laghi di Lesina e Varano” dal km 42,350 (Carpino) al km 60,400 (Vico del Gargano); - la strada statale 655 “Bradanica”, dal km 31,000 al km 40,865 (casello A16 di Candela - confine regionale); - la strada statale 369 “Appulo Fortorina”, dal km 0,000 al km 7,200 (innesto con la SS17 presso Volturara Appula - confine regionale con la Campania); - infine la Nuova Strada Acquisita 541 (ex SP144) dal km 0,000 al km 6,350 (innesto con la SS89 al km 76,270 - innesto con la SS693 al km 60,400).
L’obbligo è segnalato su strada tramite apposita segnaletica verticale ed ha validità anche al di fuori dei periodi indicati, in caso di condizioni meteorologiche caratterizzate da precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio. Nella pagina “piani e interventi” del sito Anas (http://www.stradeanas.it/it/piani-interventi) è possibile visualizzare tutti i tratti stradali ed autostradali ove vige l'obbligo di catene a bordo o pneumatici da neve e le principali aree di sosta in caso blocco della circolazione per i mezzi pesanti.

Scatta l'obbligo di catene a bordo o pneumatici invernali: le strade interessate nel Barese
Anas, società del Gruppo FS Italiane, raccomanda prudenza nella guida e ricorda che l`evoluzione della situazione del traffico in tempo reale è consultabile sul sito web www.stradeanas.it oppure su tutti gli smartphone e i tablet, grazie all`applicazione “VAI” di Anas, disponibile gratuitamente in “App store” e in “Play store”. Inoltre si ricorda che il servizio clienti "Pronto Anas" è raggiungibile chiamando il numero verde gratuito, 800 841 148.

Scatta l'obbligo di catene a bordo o pneumatici invernali: le strade interessate nel Barese
Per la provincia di Bari, l'obbligo riguarda: la strada statale 96 “Barese”, dal km 55,790 al km 113,000 (località Palo del Colle, in provincia di Bari); - la strada statale 99 “Di Matera”, dal km 1,900 al km 10,420 (Altamura - confine regionale); - la strada statale 100 “Di Gioia del Colle”, dal km 12,700 (Capurso) al km 66,600 (Casamassima - innesto SS7); - la strada statale 170 dir/A “Di Castel del Monte”, dal km 0,000 al km 15,070 (Castel del Monte - Andria (BT)); - la strada statale 172 “Dei Trulli”, dal km 1,012 al km 60,400 (Casamassima - bivio per Crispiano); - la strada statale 172 dir “Dei Trulli”, dal km 0,000 al km 12,000 (Locorotondo - innesto SS16 Fasano);
Le altre strade in Puglia: la strada statale 7 “Appia”, dal km 591,741 al km 627,250 (confine regionale - Comune di Palagiano, in provincia di Taranto); - la strada statale 17 “Dell`Appennino Abruzzese ed Appulo Sannitico”, dal km 273,379 al km 284,000 (confine regionale - Variante di Volturara); - la strada statale 17/var “Variante di Volturara”, dal km 0,000 al km 14,250 (incrocio SP 145 ed innesto SS 17); - la strada statale 89 “Garganica”, dal km 76,040 al km 145,300, in provincia di Foggia; - la strada statale 89 dir/B “Garganica”, dal km 0,000 al km 11,832 (Bivio La Cavola - Monte Sant`Angelo (FG)); - la strada statale 90 “Delle Puglie”, dal km 48,320 al km 67,200 (confine regionale - SP 113 a Monte Calvello (FG)); - la strada statale 93 “Appulo Lucana”, dal km 16,000 al km 20,750 (Barletta - Canosa (BT)); -  - la strada statale 272 “Di San Giovanni Rotondo”, dal km 11,100 al km 21,860 (SP 28 Pedegarganica - San Marco in Lamis), dal km 24,450 al km 29,750 (San Marco in Lamis - San Giovanni Rotondo) e dal km 33,350 al km 56,600 (San Giovanni Rotondo - Monte Sant`Angelo); - la strada statale 693 “dei Laghi di Lesina e Varano” dal km 42,350 (Carpino) al km 60,400 (Vico del Gargano); - la strada statale 655 “Bradanica”, dal km 31,000 al km 40,865 (casello A16 di Candela - confine regionale); - la strada statale 369 “Appulo Fortorina”, dal km 0,000 al km 7,200 (innesto con la SS17 presso Volturara Appula - confine regionale con la Campania); - infine la Nuova Strada Acquisita 541 (ex SP144) dal km 0,000 al km 6,350 (innesto con la SS89 al km 76,270 - innesto con la SS693 al km 60,400).
L’obbligo è segnalato su strada tramite apposita segnaletica verticale ed ha validità anche al di fuori dei periodi indicati, in caso di condizioni meteorologiche caratterizzate da precipitazioni nevose o formazione di ghiaccio. Nella pagina “piani e interventi” del sito Anas (http://www.stradeanas.it/it/piani-interventi) è possibile visualizzare tutti i tratti stradali ed autostradali ove vige l'obbligo di catene a bordo o pneumatici da neve e le principali aree di sosta in caso blocco della circolazione per i mezzi pesanti.